Date e orario Sessioni
Venerdì 07 Novembre 2014
-Prove Libere 1  ore 13:00 – 14:30
-Prove Libere 2  ore 17:00 – 18:30
Sabato 08 Novembre 2014
-Prove Libere 3  ore 14:00 – 15:00
-Qualifiche ore 17:00
Domenica 09 Novembre 2014
-Gara ore 17:00

Descrizione GP:
Nome Circuito: Autodromo Jose Carlos Pace
Primo GP disputato: 1973
Numero di giri: 71
Lunghezza circuito: 4.309 Km
Totale gara: 305.909 Km
Giro veloce: 1:11.473 Juan Pablo Montoya BMW-Williams 2004

Il Gran Premio del Brasile di Formula 1
La prima gara valevole per il campionato di Formula 1 si è disputata l’11 febbraio 1973 nel tracciato di Interlagos.
Il tracciato intitolato a Josè Carlos pace, pilota automobilistico brasiliano che ha vinto la sua unica gara in formula 1 proprio sul circuito di casa nel 1975, perse la vita nel 1977 in un incidente aereo.
Il Gran Premio da sempre presente, nelle prime edizioni si era spostato Jacarepaguà presso l’Autodromo Internazionale Nelson Piquet, nei pressi di Rio de Janeiro per 10 edizioni.
Il tracciato intitolato a Josè Carlos Pace di Interlagos, (tra i laghi in portoghese) perché appunto situato tra due laghi artificiali, all’origine era un tracciato pieno di sconnessioni e dossi dovute alla natura del terreno.
Foto del circuito: “Vista aerea del circuito di Interlagos”.

gp brasile 2014 fly view

Originariamente il tracciato era lungo quasi 8 km, dopo varie modifiche rese necessarie per adeguarlo alle varie gare il tracciato presenta una lunghezza di 4,309 Km, lasciando di fatto, le vecchie porzioni di tracciato come utilizzo per corsie di servizio.
Il tracciato, uno dei più corti, ma uno dei pochi che è percorso in senso antiorario, presenta inoltre un maggiore sforzo per i piloti a livello fisico, ma anche per i motori. Infatti, con i suoi 875 metri sul livello del mare è il tracciato di Formula 1 più alto del Mondiale, di conseguenza la potenza dei motori va a ridursi di circa il 7%.
Qui la Ferrari ha vinto 10 volte, la prima nel 1976 con Niki Lauda e l’ultima con il brasiliano Felipe Massa nel 2008.
Il Gran Premio spostato a fine calendario per ragioni logistiche, è stato più volte decisivo per l’assegnazione del titolo Mondiale, sia Piloti che Costruttori.
Foto del circuito: “Vista aerea del circuito di "curva S di Senna”.

gp brasile curva S di Senna

Tra le più rocambolesche la gara del 2003, dopo vari incidenti alla fine a vincere è l'italiano Giancarlo Fisichella sulla Jordan, di ben 19 vetture solo 10 furono classificate, infatti se pur completato da Kimi Raikkonen e Fernando Alonso il podio, lo stesso pilota spagnolo era stato coinvolto in un incidente sfociato nella bandiera rossa per la gara. Altri piloti coinvolti, Schumacher, Montoya, Button e Mark Webber, che con i detriti rimasti in pista causarono appunto l'incidente di Alonso che sopraggiungeva all'ultima curva prima del rettilineo, all' Arquibancadas.
Emblematica la vittoria di Ayrton Senna nel 1991, il brasiliano che vinse per la prima volta a casa sua, dopo una gara di testa e di attacco, a pochi giri dalla fine è costretto a percorrere gli ultimi giri col cambio i sesta per dei problemi, alla fine vincerà giungendo stremato e con dei crampi non avendo nemmeno quasi neanche la forza di alzare il trofeo.
Altra gara memorabile, per i tifosi, ma soprattutto per i ferraristi, è la gara del 2006, l’ultima gara da parte di Michael Schumacher, week end iniziato insolitamente male, dopo una qualifica compromessa da un problema alla pompa della benzina, che lo vide partire solo decimo. Dopo una gara in salita e vari duelli riesce a sfiorare il podio a pochi giri dalla fine, ma a causa di una foratura, che lo costrinse a fare tutto il giro lentamente, all’uscita dai box infila giri da qualifica e sorpassi da vero campione, fino a giungere quarto, perdendo anche il mondiale Piloti contro Fernando Alonso giunto secondo, con una gara vinta dal giovane compagno di squadra di Schumacher, Felipe Massa con la Ferrari F248.
Foto del circuito: “Michael Schumacher 2006 ferrari F248”.

Tra le più celebri la Vittoria di Kimi Raikkonen su Ferrari che con 100 punti si trovava a inseguire la McLaren di Hamilton a 107 e quella di Alonso a 104 punti, grazie alla pole di Felipe e una gara di attacco riuscendo a portare una doppietta favorita da Felipe, Kimi taglia il traguardo da campione del mondo per 1 solo punto sulla coppia McLaren.
Stessa situazione ma a parti inverse nel 2008 dove era invece Felipe Massa su Ferrari a inseguire il titolo piloti, già dopo aver messo in cassa forte quello Costruttori, in lizza con Hamilton dopo una gara in testa non basta la vittoria a Felipe, Hamilton doveva giungere al traguardo almeno quinto per vincere il mondiale, e a poche curve dalla fine si trovava sesto, permettendo così di fatto di far tagliare il traguardo da campione a Felipe, gioia che durò solo qualche curva,  dopo  che la Toyota di Timo Glock in difficoltà diede quell’unica possibilità di agguantare il quinto posto a Lewis e di conseguenza incoronarlo Campione del Mondo Piloti.
Altra edizione memorabile quella del 2012, ancora una volta la Ferrari in lotta, stavolta con Fernando Alonso a inseguire Sebastian Vettel su Red Bull, che dopo una partenza disastrosa del tedesco, aveva quasi consegnato il titolo a Fernando e alla Ferrari, a seguito di un contatto con testacoda annesso,  ma dopo essere sceso in ultima posizione, giro dopo giro il tedesco è riuscito a risalire e di conseguenza vincere il mondiale a discapito della Ferrari.

Un Giro del Circuito: “Giro di pista con Ayrton Senna 1991 McLaren-Honda.”

Albo Vittorie Gran Premio del Brasile di Formula 1:

1973      Interlagos           Emerson Fittipaldi – Lotus-Ford
1974      Interlagos           Emerson Fittipaldi – McLaren-Ford
1975      Interlagos           Carlos Pace – Brabham-Ford
1976      Interlagos           Niki Lauda – Ferrari
1977      Interlagos           Carlos Reutemann – Ferrari
1978      Jacarepaguá      Carlos Reutemann – Ferrari
1979      Interlagos           Jacques Laffite – Ligier-Ford
1980      Interlagos           René Arnoux – Renault
1981      Jacarepaguá      Carlos Reutemann – Williams-Ford
1982      Jacarepaguá      Alain Prost – Renault
1983      Jacarepaguá      Nelson Piquet – Brabham-BMW
1984      Jacarepaguá      Alain Prost – McLaren-TAG Porsche
1985      Jacarepaguá      Alain Prost – McLaren-TAG Porsche
1986      Jacarepaguá      Nelson Piquet – Williams-Honda
1987      Jacarepaguá      Alain Prost – McLaren-TAG Porsche
1988      Jacarepaguá      Alain Prost – McLaren-Honda
1989      Jacarepaguá      Nigel Mansell – Ferrari
1990      Interlagos           Alain Prost – Ferrari
1991      Interlagos           Ayrton Senna – McLaren-Honda
1992      Interlagos           Nigel Mansell – Williams-Renault
1993      Interlagos           Ayrton Senna – McLaren-Ford
1994      Interlagos           Michael Schumacher – Benetton-Ford
1995      Interlagos           Michael Schumacher – Benetton-Renault
1996      Interlagos           Damon Hill – Williams-Renault
1997      Interlagos           Jacques Villeneuve – Williams-Renault
1998      Interlagos           Mika Häkkinen – McLaren-Mercedes
1999      Interlagos           Mika Häkkinen – McLaren-Mercedes
2000      Interlagos           Michael Schumacher – Ferrari
2001      Interlagos           David Coulthard – McLaren-Mercedes
2002      Interlagos           Michael Schumacher – Ferrari
2003      Interlagos           Giancarlo Fisichella – Jordan-Ford
2004      Interlagos           Juan Pablo Montoya – Williams-BMW
2005      Interlagos           Juan Pablo Montoya – McLaren-Mercedes
2006      Interlagos           Felipe Massa – Ferrari
2007      Interlagos           Kimi Räikkönen – Ferrari
2008      Interlagos           Felipe Massa – Ferrari
2009      Interlagos           Mark Webber – RedBull Racing-Renault
2010      Interlagos           Sebastian Vettel – RedBull Racing –Renault
2011      Interlagos           Mark Webber – RedBull Racing –Renault
2012      Interlagos           Jenson Button – McLaren-Mercedes
2013      Interlagos           Sebastian Vettel  – RedBull Racing -Renault