maschi-femmine

Abbiamo ricevuto 891 questionari compilati (qui il questionario "Conosci il tuo corpo?"). L’85% dei partecipanti è stato di sesso femminile ed il 15% di sesso maschile.

Da un punto di vista della geolocalizzazione, si è avuta una distribuzione omogenea dei partecipanti con un 30% di risposte pervenute dal Nord (con un massimo dalla Lombardia 11%), un 35% dal Centro (con un massimo dal Lazio  9%) ed un 35% dal Sud (con un massimo dalla Campania  13%)

Abbiamo ottenuto una maggiore partecipazione nella fascia d’età compresa tra 18-25 anni (46%), un 27% tra 26-35 anni, un 18% oltre i 35 anni ed un 9% con età inferiore ai 18 anni.

Vediamo ora le risposte esatte del questionario con i dati statistici per ogni risposta.

1. Ogni quanti giorni si verifica un ciclo mestruale che puo’ considerarsi normale?

questionario_1

Un ciclo normale si verifica ogni 28-30gg circa. In caso di cicli più corti si parla di polimenorrea, in caso di cicli più lunghi si parla di oligomenorrea. L’86% dei partecipanti ha risposto in maniera corretta.

2. In un ciclo regolare, qual è il periodo fertile?

questionario_2

In questo caso il 61% delle risposte sono corrette, il 39% sono sbagliate!

 3. Come si chiama l’organo erettile genitale femminile?

questionario_3

L’organo erettile genitale femminile si chiama clitoride, sensibile alle stimolazioni sessuali. La vulva rappresenta i genitali esterni, che comprendono anche le ghiandole di Bartolini. Il 72% delle risposte sono esatte, il 28% sono sbagliate!

 4. Qual è il temine per indicare un ciclo mestruale doloroso?

questionario_4

Il termine per indicare un ciclo mestruale doloroso è dismenorrea. La dispareunia è il dolore al rapporto sessuale, il vaginismo è una condizione clinica patologica che rende impossibile il rapporto sessuale. Anche in questo caso il 72% ha risposto correttamente, il 28% ha sbagliato!

5. Quando si verifica l’ovulazione?

questionario_51

L’ovulazione si verifica intorno a metà ciclo, circa 14gg prima della successiva mestruazione. In questo caso il risultato è interessante, in quanto il 49% ha risposto correttamente ed il 51% ha sbagliato!

6. Riguardo ai contraccettivi ormonali, quale delle seguenti affermazioni è esatta?

questionario_61

I contraccettivi ormonali possono proteggere da alcune patologie tumorali, come ad esempio il carcinoma ovarico. Anche in questo caso il risultato è sorprendente in quanto le risposte esatte sono solo il 42%, il 18% pensa che siano metodi abortivi!

7. I contraccettivi ormonali:

questionario_71

Proteggono anche durante la pausa di sospensione, è importante che tutte le pillole vengano assunte correttamente. Meraviglia il fatto che solo il 43% delle risposte è esatto, il 57% è errato!

8. Quale contraccettivo puo’ ritenersi piu’ sicuro?

questionario_8

Sia la pillola che il cerotto o l’anello vaginale possono considerarsi metodi sicuri. Il 40% delle risposte è esatto, il 60% è sbagliato!

9. I contraccettivi ormonali proteggono dalle malattie sessualmente trasmesse?

questionario_9

Falso: in caso di rapporti liberi, le malattie sessualmente trasmesse possono diffondersi tra i partner. In questo caso il risultato è incoraggiante (93% di risposte esatte!).

10. L’uso protratto del contraccettivo ormonale puo’ essere causa di sterilità:

questionario__10

Falso: con l’interruzione del contraccettivo ormonale, solitamente vi è una ripresa dell’attività ovarica entro 3 mesi circa. Il 57% delle risposte è esatto, il 43% è sbagliato!

11. Le vaginiti da Candida possono essere determinate da:

questionario__111

Un’alimentazione ricca in latte e derivati, terapie antibiotiche, indumenti attillati possono favorire lo sviluppo di infezioni da Candida. Le risposte esatte sono il 62%, quelle sbagliate il 38%!

12. Il virus HPV è responsabile di:

questionario__12

L’HPV è il virus responsabile dei condilomi e rappresenta un fattore di rischio per il cancro del collo dell’utero. Solo il 52% delle risposte è esatto!

13. Il vaccino per l’HPV:

questionario_13

Il vaccino per l’HPV è già disponibile da alcuni anni, può essere eseguito gratuitamente alle bambine di 12 anni e può essere eseguito fino a 25 anni. Alcuni studi recenti stanno testando il vaccino anche nelle ultraventicinquenni. Circa la metà delle risposte è esatta (51%)!

14. Se la donna presenta una vaginite da Candida:

questionario__14

In questo caso è sempre preferibile trattare anche il partner per evitare una trasmissione circolare (ping-pong) tra i partner. Risposte esatte 61%, sbagliate 39%!

15. La vaginite da Candida è caratterizzata da:

questionario__15

Sono presenti di solito perdite bianche, dense, simili a ricotta. le perdite maleodoranti sono tipiche della Gardnerella, quelle schiumose possono verificarsi nelle infezioni da Trichomonas. Il 64% fornisce una risposta esatta, il 36% sbagliata!

16. Il Paptest serve a prevenire:

questionario__16

Il Pap-test è il più importante mezzo di prevenzione per i tumori del collo dell’utero. Confortante il dato che l’87% ha risposto correttamente!

17. E’ opportuno eseguire un paptest:

questionario__17

Subito dopo l’inizio dell’attività sessuale, come prevenzione di alcune forme di malattia sessualmente trasmess. Le risposte esatte sono il 64%.

18. La colposcopia è un esame che consente di vedere:

questionario__181

La colposcopia è un esame di 2 livello che consente di valutare il collo dell’utero, se sono presenti anomalie al pap-test. Il corpo dell’utero e le ovaie sono valutabile mediante ecografia. Solo il 44% delle risposte è esatto, il 56% è sbagliato!

19. L’autopalpazione del seno:

questionario__19

E’ consigliabile che venga eseguita periodicamente dalla donna, una volta al mese, preferibilmente subito dopo la mestruazione. E’ rassicurante un 87% di risposte esatte!

20. La mammografia:

questionario__20

E’ un esame che serve a prevenire il cancro mammario. Deve essere eseguita di norma dopo i 40 anni, circa ogni 18 mesi oppure, se vi è una familiarità per tumore al seno, ogni anno. Altrettanto rassicurante un 82% di risposte esatte!


Dopo l’analisi strettamente numerica del sondaggio, proveremo a dare un’interpretazione critica a questi risultati con un post dedicato, cercando di individuare i “punti oscuri” dell’informazione medico-ginecologica e come poterli affrontare!

Aggiungi un commento!