Lo sport come momento di condivisione di valori e di benessere psico-fisico dei giovani protagonisti di quel processo di trasferimento di esperienze e sapere che è la cultura: è questo il leitmotiv del I Trofeo “Flego Volley” organizzato dall’Associazione Sportiva e Culturale Flego.   Flego  (dal greco phlegraios ossia ardente) è una associazione sportiva e culturale che nasce nel 2016 con l’obiettivo di promuovere i valori dello sport e della cultura ed il legame identitario con il territorio dei Campi Flegrei. Ed è proprio dal territorio storicamente collegato al fuoco che l’associazione rilancia il valore strategico del sapere e dell’educazione ai valori sportivi.  

Flego è guidata da un team competente e fortemente legato al territorio dei Campi Flegrei di giovani di Monte di Procida, Bacoli Pozzuoli e Quarto e dei quartieri di Bagnoli e Fuorigrotta.  La competizione svolta nello splendido scenario della spiaggia di Miseno a Bacoli, ha visto la grandissima partecipazione di giovani e giovanissimi. Il Miseno Cafè con le delizie del territorio ha reso ulteriormente unico lo scenario già mozzafiato di partite giocate in pomeriggi estivi in una delle location più caratteristiche del nostro Paese.   L’obiettivo prefisso di far conoscere al territorio l’iniziativa e l’associazione è stato dunque raggiunto: sono oltre 10 mila le visite che l’evento ha registrato sui sociali.

Secondo Luciana Pugliese, Presidente Associazione Flego << il torneo è stato un momento importante in cui attraverso la passione sportiva è stato possibile far convergere tante persone verso valori sani come quelli sportivi . Il mio impegno è non lasciare che questo sia solo un evento ma l’inizio di un progetto importante per i Campi Flegrei. A breve sarà online anche il sito internet su cui puntiamo molto soprattutto per promuovere gli eventi e progetti>>.  Fiorella Finizio del team  ENEA vincitrice del premio Pazza per il Volley e appassionata di pallavolo  ribadisce come << la pallavolo è uno sport dove i valori del team e della lealtà sportiva emergono da subito. Ecco cosa mi ha stregato di questo sport e cosa è emerso in questo torneo, tra l’altro gratuito ma impeccabile nell’organizzazione >>.  Dello stesso parere Anna de Filippo che definisce il contest  << una grande iniziativa che unisce sotto un’unica passione tanti sportivi giovani ed attenti al territorio che viviamo quotidianamente>>.  Luigi Amoroso  Coach Flego pone l’accento sul valore sociale del torneo . La nostra associazione – sottolinea lo sportivo– ha già conseguito un grande successo ossia mettere un campo li dove non c’era oramai da tempo, dando la possibilità a tanti ragazzi di divertirsi e socializzare, tutti insieme uniti da una grande passione.

Il format del torneo ha previsto che i team (otto squadre) divise in due gironi avessero come nome qualcosa di strettamente connesso ai Campi Flegrei.  Ecco dunque cultura e sport fondersi con  Miseno, Macellum, Cera Di Dedalo, Enea, Bauli, Mirabilis, Tufo, Opus Reticolatum. A trionfare sono stati i ragazzi di MISENO che hanno avuto la meglio su BAULI, nella finalina per il terzo posto l'ha spuntata ENEA a discapito di MIRABILIS. Veniamo ora alle premiazioni. Ad Anna De Filippo e Fortunato Esposito i premi come miglior giocatrice e giocatore. Per  Gabriele Lucci, Vittorio Maione e Fiorella Finizio il premio “Pazzo/a per il Volley” . Premiato anche il MISENO CAFÈ per l'ospitalità e la collaborazione. L’ambito Premio Fair play allo sportivissimo Gennaro Bruno.  Al team Macellum il titolo del miglior nome squadra.

La vera star del torneo è stata la grande voglia dei giovani di ridare centralità a sport e cultura per un territorio come quello dei Campi Flegrei che ha una grande tradizione in materia ma che proprio negli ultimi anni aveva visto una sorta di “vuoto generazionale” colmato dagli attivissimi atleti dell’associazione Flego.  Attivissime anche imprese ed associazioni che hanno contattato i vertici dell’Associazione per sostenere le prossime iniziative.  Il “tocco magico” sarebbe un passo deciso delle Istituzioni, che avrebbero in Flego e nella voglia di cambiamento dei giovani un investimento strategico concreto per presente e futuro dei Campi Flegrei.  Sarebbe ad esempio importante valorizzare le strutture proprio attraverso il supporto di associazioni che sono impegnate nell’offerta di opportunità per giovani, adulti e famiglie attraverso la cultura sportiva.

Sport e cultura: ecco il giusto binomio per costruire presente e futuro attraverso la rete tra imprese, associazioni, cittadinanza e pubblica amministrazione è possibile rendere concreto ogni progetto.