in foto: Villa Giaquinto a Caserta

In via Galilei, tra corso Trieste e via San Carlo a Caserta, c'è un posto speciale. Magico, perché non te lo aspetti che tra i palazzi del centro si apra un giardino pubblico. Da un po' ci abitano Peter Pan e i bambini sperduti che trascorrono il tempo a giocare su giostre e scivoli, nel campo di basket e a nascondino tra gli alberi. Quando poi Capitan Uncino va a fare la spesa, quei monelli ne approfittano per immaginarsi pirati andando all'arrembaggio del veliero arenato nel verde. A sera, allo spuntare della prima stella, si sistemano sulle amache, chiudono gli occhi e ripercorrono nei sogni le imprese fantastiche della giornata appena trascorsa. Villa Giaquinto, conosciuta anche come il Parco delle amache, è proprio come l'Isola che non c'è: il giardino c'è ma non c'è. C'è perché è lì, questo è certo; non c'è perché i cancelli sono stati chiusi dal Comune.

Accantoniamo per un attimo  la fiaba di James Mattew Barrie, perché a raccontare come sono andate le cose ora ci aiuta Oscar Wilde: basta sostituire il personaggio del Gigante egoista con "Comune". Un tempo, ogni pomeriggio, terminati i compiti, bambini e ragazzi andavano a giocare nel giardino del Comune.  Ma alcuni vandali (che nel racconto originale non ci sono ma nella realtà esistono eccome) a più riprese fecero incursione nel parco distruggendo ogni volta qualcosa. Il Comune così decise di chiudere quei cancelli: meno grane per tutti. Fu così che incuria e abbandono si sostituirono alle risate dei piccoli e alle chiacchiere di mamme e anziani.

Una riunione del Comitato per Villa Giaquintoin foto: Una riunione del Comitato per Villa Giaquinto

Per fortuna alcuni cittadini dissero di no: proprio non ci stavano a subire un'ingiustizia per colpa dei vandali inconsapevoli che giocare è mille volte meglio di distruggere, e del Comune incurante che risolvere è mille volte meglio di ignorare e scrollare le spalle. I cittadini si costituirono in Comitato, rivendicarono il diritto a utilizzare quel polmone verde, impegnandosi in prima persona nel pulire e risistemare viali e aiuole e avendo cura di garantire in determinati giorni e orari l'apertura del parco. Poi decisero di organizzare una grande festa per i bambini di tutta la città, con giochi, letture, performance e tanti, tanti libri. Così si arriva a domenica 22 maggio 2016, alla manifestazione "C'era una volta al Parco" organizzata dal Comitato per Villa Giaquinto e in particolare dalla dinamica Mena Moretta, coordinatrice del progetto, e dal presidente Raffaele Giovine. Dalle 10 alle 13,30 i cancelli dell'area verde in via Galilei aprono a mamme, papà, neonati, bambini, ragazzi, adulti, nonni, curiosi… Il Comitato non è e non sarà solo, potendo contare su alcune realtà indipendenti pronte a sostenere la riapertura definitiva del giardino con l'affidamento formale (con tanto di atto ufficiale, cioè un patto di collaborazione) al Comitato, composto da studenti, abitanti del quartiere e cittadini attivi.

Hanno aderito a "C'era una volta al parco…" da ArciRagazzi a Bianconiglio, da Liberalibri a Nati per Leggere, da Che Storia libreria a Clorofilla, da Comix Factory a La Mansarda, da YouComix fino a varcare i confini municipali e giungere alla Libreria e alle Edizioni Spartaco di Santa Maria Capua Vetere, che hanno scomodato il gladiatore Spartaco in persona affinché combatta questa battaglia armato di gladio, scudo ed elmo. Nel pomeriggio, alle 18, Spartaco e la dolce Nonna Bartolina racconteranno che vale la pena lottare per una causa giusta.

L'obiettivo? Rispedire Peter Pan e allegra compagnia sull'Isola che non c'è, nei giardini di Kensington a Londra, e fare in modo che bambini e ragazzi di Caserta si riapproprino di Villa Giaquinto in maniera permanente. Spartaco è con il Comitato, anche perché l'idea di stendersi su un'amaca sotto le fronde degli alberi a leggere un bel libro lo alletta parecchio.

Ed ecco il programma ufficiale della manifestazione "C'era una volta al Parco" alla quale tutti sono invitati a partecipare

Il programma degli appuntamenti della mattina e degli eventi di pomeriggio e serain foto: Il programma degli appuntamenti della mattina e degli eventi di pomeriggio e sera