Finalmente BOB è stato smascherato. Altro che cercare di diffondere tra le nuove generazioni il messaggio di riuscire a credere in quello che si fa e di non lasciarsi scoraggiare dalla crisi. BOB vuole spodestare Tina di Uomini e Donne dal ruolo di opinionista ed ha già fatto vedere di cosa è capace nella trasmissione “Una Questione Live”.  Ha insultato tutti ed ha conseguito, in modo geniale, l'obiettivo di far emergere il lato oscuro degli ospiti invitati (Soltanto, nome d'arte di Matteo Terzi, i Gap's Orchestra ed Il Terzo Istante). Solo Matteo Terzi (musicista di strada di Milano) ne è uscito indenne perché facilitato dalla comunicazione disturbata.

Alessandro e Gennaro dei Gap’s Orchestra, band di Udine, si sono presi dei “brutti da morire” e dei “troppi brutti per essere di Catania” e di quelli con “il look trasandato”. E poi BOB è riuscito a far parlare male di tutti. Alla domanda “Quale musica non vi piace?”, i Gap’s Orchestra hanno nominato: Officina della Camomilla, Il Cile, Dente, Brunori Sas, Mengoni. Mentre i ragazzi de Il Terzo Istante, gruppo di Torino (da non confondere con i Subsonica!) si sono presi bellamente dei “vecchi” e di “quelli che suonano nelle balere”. Al quesito impertinente “Chi odiate della musica indipendente?”, Il Terzo Istante, nonostante i primi tentativi di sviare, ha risposto: “Dari, John Lennon, Lo Stato Sociale, Zibba”.

Per colpa di Bob, la prima puntata di Una Questione Live si è trasformata in un’arena nella quale tutti ci hanno messo la faccia nel peggiore dei modi: criticando i propri colleghi. C’è una cosa da dire a discolpa di chi non si è tirato indietro a questo gioco al massacro: è stato Bob a costringere gli ospiti, che fino ad allora potevano vantare una certa diplomazia, a gettare veleno e fango su gli altri.

Bob come Tina? Decisamente peggio…