Un paio di lauree, un taccuino sempre in valigia e tanta voglia, in ogni cosa, di arrivare sino alla sostanza. Gli anni passati a lavorare all'estero e le peripezie in giro per il mondo non hanno contribuito a fare di me una persona seria, ma mi hanno dato modo di conoscere il fotografo che dà oggi un volto a tutti gli articoli, Giacomo Latorrata. In continua lotta tra il "sono in ritardo" e il "cosa aspetto", molto brava con il tempismo e molto meno con la puntualità, anni fa ho messo la testa a posto. Ma non ricordo dove.
TWITTER

Arianna Bureca

Alan Parsons Project a Villa Ada, e Roma incontra il mondo.. psichedelico.
Paliki, un’alchimia di sonorità, colori e natura selvaggia.
L’arte non ha confini. E con il tatuaggio, è per sempre.
Il vino fa dire la verità. E Vinòforum si conferma un must della Capitale.
La critica sociale di Banksy tra le mura di Palazzo Cipolla
Violenza cieca al Jet Lag: quando manca una controparte
2° premio “Giovani Comunicatori”: i sogni possono diventar realtà
Coca Cola compie 130 anni, e vola in Brasile con gli Azzurri
Hard Rock Cafe, e il viaggio non finisce mai