in foto: Anna Falchi con Giuseppe Alessio Nuzzo direttore del Social World Film Festival

Era sparita dalla tv da qualche tempo, l’abbiamo ritrovata a Jump (Canale 5) l'estate scorsa, nell’inedito ruolo di “tuffatrice”. La ricordiamo conturbante e bellissima a Sanremo, con Claudia Koll in una delle coppie di “vallette” più esplosive del Festival.

Oggi un impegno da produttrice cinematografica, ma prima ancora di mamma che ha deciso di fare della violenza contro le donne una professione. O almeno la spera.

Ho incontrato Anna Falchi a Vico Equense, perla della Costiera Sorrentina, ospite d’eccezione della quarta edizione del Social World Film Festival, rassegna di corti e lungometraggi a tema sociale. La showgirl ha dato il via ai lavori di istituzione del Museo del Cinema del territorio e della Penisola Sorrentina sempre a Vico Equense. Una esposizione permanente di materiale multimediale e di veri e propri materiali di scena, provenienti dai numerosi set cinematografici che si sono avvicendati negli anni sul territorio costiero. Prima del tradizionale taglio del nastro, un rapido scambio di battute. Anna è oggi lontana anni luce dalla icona sexy che spopolava in tv e sui calendari. Donna e madre consapevole, e tante idee sul ruolo della tv.

Dal festival di Sanremo a Jump. Anna, quanto hai visto cambiare la tv in questi anni ?

Beh tantissimo! Però Jump era una sperimentazione, ben venga la sperimentazione, talmente bello che l’hanno cassato … Diciamo che il budget era abbastanza elevato, per la struttura, per l’impegno … diciamo che invece sarebbe stato bello vedere anche altri sport provati da personaggi famosi e non perché comunque quella era una sfida personale in cui ci devi mettere ovviamente il fisco, la mente , la concentrazione. Di certo è cambiata di molto la televisione … se si sperimentasse di più sarebbe meglio.

Favorevole dunque all’innovazione, nei format, nelle progettualità …

È suggestivo, non è banale … la novità, è sempre vincente … invece ci si adegua sempre al sicuro agli stessi personaggi, agli stessi contenitori … si dovrebbe azzardare di più. Per fortuna però c’è tanta alternativa, tra il digitale terrestre , il satellite, le emittenti private …

Da produttrice cinematografica, c’è qualcosa a cui penseresti o sogneresti di realizzare per la tv?

Ho visto che Raiuno come idea, ha quella di voler portare in primo piano storie di grandi donne del passato, continuare su questo filone è la mia intenzione. Stavo per presentare un progetto di cui parlai con altre persone del settore, ma mi è stato fregato. Avevo pensato alla storia di Luisa Spagnoli, donna straordinaria, di cui si sa poco … si pensa a Luisa Spagnoli per gli abiti monomarca famosi in tutto il mondo, invece c’è dietro ben altro. È quella che ha inventato i famosi Baci Perugina, quelli che si chiamavano in principio “cazzotti”. Una delle prime donne a capo di una azienda importante, ma anche quella che ha creato un asilo per i figli delle donne che lavoravano da lei. La piscina all’interno stesso della fabbrica.

Un filone che tira peraltro. Olivetti, Ignis…

E poi è una donna, e visto che sono una grande amante delle donne, visto che ho un grande rapporto con le donne , storie di questo genere, non pescando necessariamente sul passato, ma perché no? Sul presente.

Esempi?

Oggi punterei su Selene Biffi, la prima donna a vincere il premio Rolex, lei sta facendo tanto nei paesi in cui c’è la guerra . (prima donna italiana a vincere il Rolex Awards, edizione 2012, uno dei premi più importanti al mondo nel settore della scienza e del sociale, Selene è impegnata da anni in Afghanistan. in quel Paese sette persone su dieci sono analfabete. Mentre il mondo occidentale si spella mani e portafogli per tablet e smartphone, ad oggi da quelle parti il modo migliore per insegnare qualsiasi cosa rimane la parola). Un personaggio su cui è bene parlarne, perché avrà sicuramente un gran futuro. Anche politicamente.

E allora non diciamolo troppo in giro si corre il rischio di vedersi scippata l’idea nuovamente!

Con lei ho un rapporto diretto … tranquilli…