Quando le porte del treno si sono chiuse, quando la tazza si è rotta e il latte si è versato. Quando, pensandoci bene, quei momenti non erano un granché.

Tornano con una valigia di tenerezza, quella che mancava ogni volta. Perché "eri e sei importante", peccato non fosse così evidente.

E hanno il coraggio di sorprendersi, se non sei "lì" ad aspettare. Il tempismo non è mai stato il loro forte.

O in realtà erano convinti che l'ultima opportunità di ricominciare fosse ancora la penultima.

Tutti tornano sempre e solo quando si accorgono che il loro sole è tramontato, la mezzanotte è già scoccata e l'incanto è svanito.

Perché in fondo di sera fa comodo sentirsi innamorati.

Forse per le stelle, la luna. O perché al buio stai bene solo se hai qualcuno accanto o, al limite, a cui pensare.